11 marzo 2010

Razzismo

ciao a tutti

guardate questo link:

http://www.corriere.it/cronache/10_marzo_11/pordenone-dialetto-docente-licenziato_6210542a-2d06-11df-a00c-00144f02aabe.shtml

sotto trovate l'articolo :

al maestro non hanno rinnovato il contratto di lavoro a tempo determinato

Friuli, licenziato supplente campano: usava espressioni dialettali in classe

La vicenda in una scuola di Pordenone. Il dirigente scolastico: «Manifesta incapacità didattica»

al maestro non hanno rinnovato il contratto di lavoro a tempo determinato

Friuli, licenziato supplente campano: usava espressioni dialettali in classe

La vicenda in una scuola di Pordenone. Il dirigente scolastico: «Manifesta incapacità didattica»

MILANO - Un maestro supplente di una scuola elementare di Pordenone ha perso l'incarico per avere utilizzato, durante le lezioni, espressioni dialettali che avrebbero creato difficoltà di comprensione e sconcerto negli alunni. La vicenda è riportata dal Messaggero Veneto, che cita fonti anonime. Al docente, che ha 40 anni ed è originario della Campania, erano state affidate lo scorso settembre due classi in due plessi dello stesso istituto, ma i genitori, ascoltando i racconti dei figli, hanno protestato con la dirigente scolastica. Ne è scaturita un'ispezione al termine della quale le autorità scolastiche hanno deciso di non rinnovare al supplente il contratto di lavoro. Il responsabile Centro Servizi Amministrativi di Pordenone, Stefano Caravelli, ha detto che il contratto di lavoro dell'insegnante in questione non è stato rinnovato alla scadenza «per manifesta incapacità didattica in un docente non abilitato» e ha escluso che esistano collegamenti fra questa incapacità ed eventuali lacune linguistiche dell'insegnante. (Fonte Ansa)

28 commenti:

TopGun ha detto...

questo articolo dice un pò poco e fornisce oggettivamente pochi elementi.

io personalmente, non capisco niente se una persona di Pordenone si rivolge a me in dialetto.
se il supplente si rivolgeva ai ragazzi in Napoletano, bhe il problema c'è ed è concreto.

questo SE si rivolgeva in Napoletano ai suoi alunni.
In ogni caso, prima del licenziamento gli è stata data la possibilità di cambiare registro di comunicazione a questo docente?

questo pure non lo sappiamo.

bacco1977 ha detto...

quoto topgun

L'articolo e' povero

Anonimo ha detto...

c'e' molto razzismo

enzo

Vincenzo ha detto...

sono atti di razzismo vergognosi...enzo

bacco1977 ha detto...

Enzo.
Non si capisce cosa vuoi dire...
Non seguo il filo.
Cerca di collegare gli avvenimenti o qua nessuno capisce ...

Vincenzo ha detto...

oggi mi e' arrivato quest'articolo sull'e.mail del lavoro da un collega milanese sindromato...con i in copia altri veneti e lombardi.. si e'scatenato un sfotto' continuo....enzo

bacco1977 ha detto...

ora e' chiaro.
Pero' l'articolo non dice nulla di che..

simona ha detto...

Ho letto anche io l'articolo ieri, su repubblica.Come tutte le cose deve essere "preso con le pinze".
Personalmente i bambini nella scuolaq primaria devono im parare a leggere e scrivere l'italiano.Perciò un insegnante DEVE parlare l'italiano in classe.Il dialetto,qualunque esso sia non è ammissibile da un insegnante DURANTE le ore di lezione, se poi un insegnante parla un dialetto che gli alunni che palesemente non possono capire è ancora peggio, è una gravissima mancanza di professionalità.Però l'articolo è laconico, non si capisce se l'insegnante abbia detto solo qualche frase, e insomma siamo esseri umani e può sfuggire, oppure se parlasse spesso e volentieri in dialetto.
Io non credo sia giusto in questo caso gridare al razzismo senza sapere conme stiano le cose.
Io ho frequentato una scuola elementare in piemonte negli anni 80.C'era un'atmosfera verso una bambina rom in classe con me che quando mi sono trasferita al sud non ho trovato al sud (mai sentito sbeffeggi alle elementari verso compagni di classe rom o riatardati, in piemonte si).Ma questo non deve rendermi parziale.
Un insegnante preparato parla italiano in classe, perchè è l'italiano che deve insegnare.Se non lo parla, le cose sono due: o non lo sa (?!) o non lavora con lo spirito giusto.

simona ha detto...

@vincenzo:
sapere che in Irlanda, tra italiani immigrati ci sianop questi episodi di sfotto e campanilismo mi lascia molto perplessa.
Mi dispiace per te (che ti tocca conviverci)..e soprattutto per loro...
Vivere all'estero dovrebbe aprire la mente, non chiuderla.

pedro ha detto...

io non lo considero razzismo, questo episodio.
da meridionale, ho sempre odiato 'professori' del sud incapaci di insegnare in italiano corretto, con forte cadenze e modi di dire locali.

da un insegnante mi aspetto che sappia parlare italiano, se ha fatto la scelta di insegnare.

bacco1977 ha detto...

SOno abbastanza d'accordo cone ntrambi, pedro e simona.

In genere comunque, simona, anche qui si assiste ad episodi di campanilismo.
"Sei meridionale, quindi non capisci un cazzo".
Questo piu' o meno ho sentito dire.
Comunque, ho deciso che alla prossima mollo un bel cazzottone all'interessato.

simona ha detto...

ho notato che i miei post sono infarciti di errori.
Scrivo dal lavoro e butto tutto giù senza rileggere...
Spero che il "senso" si capti comunque ...
Mi dispiace che il camopanilismo prosegua anche fuori dall'italia...ma chissà forse è anche più entito quando si è in "terra" straniera.
La mia coinquilina salentina detesta la vicina di casa barese...e abitiamo in emilia romagna!!A me fa sorridere...ma c'è poco da ridere.
I giudizi si dovrebbero dare ad personam..e non in generale.
gli idioti provengono da tutte le regioni del nostro paese, purtroppo.

ER ha detto...

Provengo da una famiglia di cui la maggior parte del parentado e' insegnate e io stessa ho frequentato il Liceo Pedagogico, ho sempre sostenuto in maniera forte quanto detto da Simona e Pedro, inoltre credo che andrebbe fatto agli insegnati anche un bel corso di dizione (sono estrema lo so') cosi' almeno a scuola i bambini potranno ascoltare l'italiano corretto e coltivare il dialetto a casa.

bacco1977 ha detto...

@simona

Qui non stiamoa guardare errori di battitura. Sono il primo a farne :D

@ER

assolutamente ineccepibile.

Diego ha detto...

@simona: confermo quanto hai scritto. Da piemontese quale sono, confermo il detto "Piemontesi falsi e cortesi" (a volte nemmeno tanto cortesi). Purtroppo devo ammettere di aver partecipato pure io ad episodi di palese maleducazione e, quando mi sono accorto che qualcosa non andava e sono "uscito dal cerchio", sono diventato anche io un bersaglio da attaccare. Il "nord" non e' poi tanto grandioso quanto molti fanatici vogliono farlo sembrare...

Vincenzo ha detto...

secondo me e' un puro atto di razzismo... qui a lavoro mi danno addosso continuamente..

enzo

Alfredo_s@x ha detto...

Enzo se ti danno fastidio senza motivo sono razzisti, ma non e' collegato alla storia nell'articolo. Potrebbe essere una persona che effettivamente non sa parlare bene italiano, ci sono laureati che non rispettano o non conoscono la grammatica per semplice pigrizia e stupidita'. Il linguaggio e' un codice, occorre rispettarlo per capirsi. Utilizzare modi di dire locali o addirittura il dialetto senza mai parlare bene italiano e' sbagliato, se poi a farlo e' un insegnante peggio.
Non mi riferisco a persone provenienti da regioni specifiche.

Molti credono di saper parlare italiano perfettamente al nord, a Milano ad esempio, quando poi usano dire "una roba", che e' sbagliatissimo. Non e' Italiano, pero' se uno di un'altra regione usa un'espressione locale e' cafone e non sa parlare italiano. Forse credono che l'accento milanese sia sufficiente?
Tra l'altro l'Italiano e' derivato dal Fiorentino, quindi siamo proprio fuori luogo.

Anonimo ha detto...

Mi chiedo cosa sarebbe successo se un Prof. Bergamasco fosse andato a lavorare a Napoli, ed avesse cominciato a parlare in dialetto Bergamasco in classe (tralasciamo il fatto che la cosa e' quasi impossibile, visto che il Nord e' pieno di lavoratori pubblici provenienti dalle regioni del Sud, e coloro che fanno il percorso inverso sono mosche bianche). In Friuli i Prof. vengono licenziati, dalle vostre parti penso che avrebbe persino rischiato l'incolumita' fisica, visto il livello di civilta' li' presente (ricordate la coppia di omosessuali Svizzeri che vennero selvaggiamente picchiati a Napoli perche' parlavano Inglese, invece dell'idioma locale...cioe' il Napoletano?).

Viste le proteste il docente non usava solo qualche espressione dialettale, ma probabilmente parlava proprio in napoletano. E allora e' giusto che non gli sia stato rinnovato il contratto. A volte si ha l'impressione che i napoletani pretendano che a tutti debba piacere o stare simpatica la loro lingua, altrimenti si tira in ballo il razzismo. O che per forza tutti debbano apprezzare le canzoni napoletane e la guasconeria. Invece in una scuola si parla ITALIANO, e un docente deve fare il piacere di impararlo al meglio, sia esso napoletano, pugliese, friulano, siciliano o piemontese. Poi in casa o per strada puo' parlare come preferisce.
Questo tizio era un tipico sindromato...e' arrivato li' pensando di essere a casa sua; non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire...

Secondo i dati OCSE-Pisa le scuole venete sono tra le migliori 5 al mondo: Magari licenziassero più insegnanti incapaci, meridionali e non. Questo non è leghismo, è senso di civiltà. Sono le scuole e le Universita' del Sud che fanno schifo, ed abbassano enormemente la media nazionale, ma a voi piace solo dire "Italia merda", non "Sud merda" (Fabrizio Corona e' andato a Salerno, non a Venezia, dove probabilmente verrebbe preso a calci in c..., e' chiaro il concetto o devo farvi un disegnino?).
Dal sito di AlmaLaurea si può facilmente vedere come il Veneto sia tra i primi posti in Italia per numero di laureati RESIDENTI.

@simona: Il Nord non e' razzista, non piu' del Sud! Anzi, il Sud e' ENORMEMENTE piu' razzista: facciamo finta che a Rosarno non sia successo nulla? O che a Napoli i Rom non siano stati cacciati via dai loro accampamenti a colpi di Molotov? Nemmeno Borghezio e' mai arrivato a tanto...ma questo e' meglio nasconderlo, vero? Il Sud accogliente, anima e core, pieno di valori, ma anche di escort (da dove vengono molte delle escort di Papi, ivi compresa la sua figliola prediletta, Noemi Letizia? Meno male che li' ci sono ancora i "valori" della famiglia...http://www.seduction.net/riv1a002122.htm).
Shhh...non diciamole queste cose, meglio l'omerta', o pararsi gli occhi.
A Rosarno e' successa una cosa che manco nel SudAfrica dell'Apartheid, idem a CastelVolturno...VERGOGNA al Sud! Siete voi i veri razzisti!
Ma guarda che tocca sentirsi dire oggi...

bacco1977 ha detto...

@Anonimo

Dunque.
Come ho detto, non ho condiviso il post di enzo.
Credo che l'Italia sia un paese razzista in egual misura.
E siamo d'accordo. Ma Non credo che il Sud sia piu' razzista del Nord.

Il professore andava licenziato? Non lo so ma sicuramente non e' bene parlare usando lingue locali a scuola. Il richiamo ci stava tutto.
Su questo pare convengano tutti. Anche Er e Simona.

Quando corona e' venuto a Salerno ho scritto Universita' di Salerno Merda.
Ed infatti mi sono laureato al politecnico di milano.
Lo ammetto. Ho frequentato del tempo a Salerno e poi a Milano. C'e' un abisso, In tutto. Non e' paragonabile.
Chi no ha vissuto le due realta' non puo' capire. Il livello di servizi, docenti, programmi e preparazione e' abissale. Lo ammetto senza problemi.

Che il professore fosse sindromato e' possibile. Esiste la sindrome di pulcinella, ne parlero'.

Non capisco perche' ti scaldi tanto.
Comunque...Gente come Bossi e Borghezio non li votiamo mica noi?

Siete lontani dall'Europa. Ficcatevelo in testa. Un 'economia a puttane senza futuro. Imbarbarimento generale., degrado. Baste aprire il corriere per vedere scene che qui a Dublino (che non e' Svizzera) sarebbero impensabili.
80km di navigli in degrado a Milano. OTTANTA
Superstrade piene di cartelloni.
Periferie e palazzopoli deprimenti.
Rabbia, razzismo nei confronti di coloro che mantengono quel poco di economia che vi rimane.
La festa e' finita anche da voi, non solo in Irlanda.

Sinceramente, preferisco restare qui.

Anonimo ha detto...

@bacco: Se non credi che il Sud sia piu' razzista del Nord, allora hai gli occhi parati...Rosarno e Castelvolturno docet!
Nel Nord-Est ci sono i tassi d'integrazione degli immigrati piu' alti d'Italia, e' chiaro o sei troppo stupido per capirlo?
Al Sud invece agli immigrati gli sparate (come a quella bambina polacca che qualche Natale fa' fu uccisa da un proietille vagante durante i botti di Capodanno, altra tradizione medioevale ancora in voga dalle tue parti).

Rileggiti i tuoi post...quando Corona e' andato a Salerno hai anche scritto ITALIA MERDA. Ce la fai a leggere quello che scrivi?

Rimani in Irlanda che e' meglio...non abbiamo bisogno di palloni gonfiati saccenti come te, che si lamentano perche' gli Italiani non si ribellano al sistema, quando poi lui e' stato il primo a scappare...

Il Nord-Est non e' come il Nord-Ovest. Qui c'e' ancora un residuo di civilta', in parte perche' abbiamo ancora un'influenza culturale dall'impero Austro-Ungarico, in parte perche' noi i meridionali li facciamo stare con due piedi in una scarpa, a differenza dei milanesi, che si sono arresi all'invasione.

Rimani con le tue convinzioni e continua a sputare sul Nord, che ti ha dato una laurea...

bacco1977 ha detto...

@anonimo

residuo di civilta'.
Residuo.

bacco1977 ha detto...

@Anonimo

Ti ho pubblicato perche' la discussione e' interessante.
Se abbassi i toni e' meglio altrimenti devo cestinarti.
Serve a poco che insulti me.
I problemi restano

TopGun ha detto...

@anonimo

non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire ma io direi non c'è peggior ceco di chi non vuole leggere (passami la battuta dai).

hai fondato il tuo sbraitare in questo post, capovolgendo tutto quello che abbiamo detto noi prima (terroni e non).

nessuno ha detto che a tutti debba piacere il Napoletano.
nessuno ha giustificato l'uso della lingua in classe, anzi io per prima ho detto
1) che il post non fornisce elementi sufficienti
2)che se il prof parlava napoletano ad una classe di pordenone, questo non era idoneo ad insegnare.

la condanna a corona e all'università di salerno ha preso un post intero, vallo a leggere prima di dire cavolate.

ciò che è successo a Rosarno è vergognoso.
ne riparliamo quando quello schifo verrà alla luce anche in altre parti d'Italia.

l'escortismo... mò perché la d'addario (o come si chiama) è pugliese, le pugliesi sono zoccole?

allora se io, mettiamo fossi stato con una ragazza di milano molto intraprendente e disponibile, allora di conseguenza tutte le milanesi lo sarebbero?


Anonimo, te lo dico in Italiano a scanso di equivoci,
grazie di esistere.

con il tuo coraggioso chiosare senza metterci la faccia, mi fai pisciare dalle risate.
ti esorto a continuare a postare.


buon fine settimana a tutti,
pubblicamente vostro, TopGun.

Anonimo ha detto...

Enzo facci e fatti un piacere,prima di postare impara la GRAMMATICA ITALIANA,ogni volta i tuoi post sono pieni di orrori della piu' elementare grammatica...e per capire cio' che vuoi dire ci vuole la perifrastica...sbaglio o sei laureato????

bacco1977 ha detto...

@Topgun

camma fa'. Guarda e passa

Vincenzo ha detto...

caro, anonimo ti prego di firmarti ... fammi esempi chiari di errori grammaicali. enzo

Vincenzo ha detto...

ciao caro anonimo....ho appena rifiutato il tuo messaggio, adesso capisco perche' hai fatto arrabbiare antonio... se cerchi rogne non approvero' mai piu' i tuoi messaggi...

impara l'inglese e facci sapere

Vincenzo

simona ha detto...

@anonimo
Ho parlato per la MIA esperienza personale, avendo vissuto in Piemonte e in Abruzzo.
Non mi azzardo affatto a dire che a nord sono razzisti e a sud si.
parlavo solo di un singolo episodio accaduto in una prima elemnatre in piemonte.In Abruzzo mai successa una cosa del genere.E ho anche precisato che questo episodio NON doveva rendermi parziale.
Mi addolora tutto questo astio tra Nord e Sud, soprattutto adesso che ho anche un moroso "nordico"..e sento che anche lui nutre astio verso il meridione..
Io ho origini meridionali e vedo i difetti dei meridionali così coem quelli dei settentrionali.
Ritengo di avere un'intelligenza sufficiente a riconoscere il valore della persona al di là della sua provenienza geografica.
Cosa che , noto con disappunto, la maggior parte degli italiani non ha.

Cava de' Tirreni Webcam

Go to webcam Cava Dei Tirreni in Europe / Italy / Cava de' Tirreni
eXTReMe Tracker